La Coppettazione

La Coppettazione

Dicembre 21, 2020 0 Di Studio Fisio LG

Il nome di questo trattamento deriva dagli strumenti utilizzati: ci si serve, infatti, di coppette, vasetti del
diametro di 5 cm circa che vengono applicati sulla cute in precisi punti, spesso coincidenti con
quelli individuati per l’agopuntura, per ottenere l’effetto terapeutico. Prima di applicarle sulla
pelle, è necessario che all’interno delle coppette venga creato il vuoto.

Per farle aderire al corpo si utilizzano vari metodi, a caldo o a freddo ed esistono due tipi di
applicazione, ovvero statica quando le coppette restano ferme nei punti o dinamica, quando le
coppette scorrono lungo la zona prescelta con l’aiuto di oli.

A seconda della patologia trattata, le coppette devono aderire a dei punti specifici del corpo.
Ad esempio, le malattie respiratorie interessano la regione dorsale alta; le malattie
dell’apparato digerente si possono ricondurre alla regione dorsale media; i disturbi dolorosi,
come cefalea, emicrania e lombalgia, interessano tutta la regione parietale e occipitale del
corpo, oltre che la dorsale bassa e lombare. La decompressione provocata dalle coppette è un
toccasana per i muscoli specie in caso di dolori muscolari perché favorisce l’eliminazione delle
tossine e la riossigenazione dei tessuti. Le coppette favoriscono il drenaggio dei liquidi e
stimolano la circolazione.

GUARDA IL VIDEO DEI NOSTRI SPECIALISTI SULLA COPPETTAZIONE