Tecar Terapia: un ausilio per le mani del fisioterapista

Tecar Terapia: un ausilio per le mani del fisioterapista

Ottobre 28, 2020 0 Di Studio Fisio LG
Il potenziamento della terapia manuale

Il nome Tecar è l’acronimo di: Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo. Questa innovativa tecnica è utile per la cura dei disturbi muscolo-scheletrici e si basa sul trasferimento di energia biocompatibile ai tessuti lesi, stimolandone e rafforzandone le capacità riparative. Ciò consente di ridurre o eliminare il dolore in tempi molto rapidi.

La terapia è una forma di elettroterapia e diatermia a contatto combinata. È una pratica medica che applica energia elettromagnetica ai tessuti biologici. La frequenza elettromagnetica applicata proviene dallo spettro delle radiofrequenze.

A differenza dell’elettroterapia non provoca contrazione muscolare. Lo spettro della lunghezza d’onda terapeutica varia da 300 KHz a 1,2 MHz. Il percorso della corrente ad alta frequenza e il campo elettromagnetico creato sono determinati dalla posizione degli elettrodi e dalla composizione corporea del paziente. Il campo elettromagnetico creato, capacitivo o resistivo, genera calore, consentendo applicazioni terapeutiche mirate e facili da gestire.

La vasodilatazione indotta dal calore aumenta lo scambio di sostanze con conseguente drenaggio dell’area infiammata e un afflusso di cellule riparative. La terapia TECAR ha anche proprietà risolutive attraverso la stimolazione della produzione di endorfine. La terapia TECAR utilizza correnti ad alta frequenza per la biostimolazione dei tessuti con resistività diversa.

Gli effetti benefici della terapia TECAR sono principalmente utilizzati nella terapia fisica, nella riabilitazione e nella gestione del dolore: lividi e distorsioni, riabilitazione post-operatoria, traumi sportivi, disturbi muscolari e tendinei, neuropatie, tessuto cicatriziale.